Saldi, saldi, saldi!

L’Estate, si sa, vuol dire mare, caldo, spiaggia, vecchi amici, aperitivi, gelati, viaggi…ma anche e soprattutto: Saldi!

Andare nel negozio in cui qualche tempo prima, hai visto quella cornice o quello specchio, indispensabili per il progetto che hai in mente, a cui hai già trovato un posto speciale in casa e trovare i famosi cartellini rossi che indicano che i saldi sono finalmente iniziati… beh è un bel momento!

Finalmente una mattina entri nel negozio, ti avvicini al tuo oggetto, perchè nell’attesa è diventato tuo e lo senti già familiare, lo trovi, lo metti subito nel carrello, guardandoti intorno e pronta a lottare come solo Massimo Decimo Meridio ” Il Gladiatore” farebbe, lo porti a casa e… scopri che in realtà il posto che avevi pensato forse non è quello giusto; inizia dunque la fase di spostamento che coinvolge oggetti, mobili, familiari ed amici pazienti che, gentilmente, stanno anche ad ascoltarti!

Gli acquisti di questa Estate li definirei “itineranti” visto che ho approfittato delle nostre “family adventures” ( per leggere l’articolo sulla family adventure a Chicago clicca qui ) per accaparrarmi alcuni pezzi di arredamento.

img_6574-800x600)img_6585-800x600

L’orologio e la scritta metallica che vedete nelle foto sono parte di un progetto che ho in mente da un po’: l’idea di avere il televisore al centro di una parete , non mi fa proprio impazzire ed è per questo che ho deciso di contornarlo con cornici, un orologio o forse due e qualche scritta metallica.  Vi posterò le foto del progetto una volta finito!

.img_6572-800x600-800x600Questi barattoli sono frutto di una lunga ricerca. Di solito acquisto prodotti per la casa in un negozio che si chiama TJMAX, una catena molto diffusa negli Stati Uniti,  una specie di outlet in cui puoi trovare abiti, gioielli, accessori, makeup, oggetti di arredamento, scarpe…io lo adoro, è in assoluto il mio negozio preferito!

L’aspetto negativo è che, essendo un outlet, non sai mai cosa trovi e a volte trovi pezzi singoli di un intero servizio. E’ il caso di questi barattoli: per quasi un anno ho visto sempre e solo due su tre barattoli oppure erano disponibili di colori diversi o della stessa forma. Quando, durante la family adventure a Chicago, sono entrata da TJMAX ( essendo una catena, ci sono punti vendita ovunque negli States) e ho visto che c’erano i “miei barattoli”, delle tre forme che cercavo e dello stesso colore…bhe non ho resistito e, pur essendo migliaia di km lontana da casa e con la macchina già piena di bagagli, li ho acquistati ( con grande gioia di mio marito).

img_6568-800x600img_6567-800x600-800x600

 

Durante il nostro lunghissimo viaggio verso Chicago, ci siamo fermati in un antique mall, nel Nord Virginia. Un collega americano di mio marito, era passato di lì il giorno prima ed aveva visto una foto incorniciata con su scritto : ” Società di Mutuo Soccorso Minturno, Roma, 1929″. Adesso, trovare una foto vecchia, con una didascalia in italiano e per di più con il nome di una città che è a pochi minuti dalla tua città di origine, in un paesino di 1000 anime del Nord Virginia, è cosa assai improbabile. Era doveroso andare in questo negozio ed acquistare la foto. Il caso vuole che era di strada, così abbiamo approfittato per fare una sosta e, ovviamente, non mi sono limitata ad acquistare la foto ma anche questa bilancia antica. Era su un mobile antico, all’esterno, sono rimasta folgorata, così senza pensarci, l’ho presa e messa sulla bancone, pronta ad acquistarla. Quando poi ho letto il prezzo, diciamo che sono rimasta nuovamente folgorata, 135 dollari, che non è tantissimo per un oggetto antico ma di solito spendo molto meno. La fortuna ha voluto che facevano il 30% di sconto su tutti gli articoli, così ho cercato la famosa foto, ho pagato e sono uscita trionfante e soddisfatta. Potete immaginare la faccia di mio marito quando mi ha visto con una bilancia antica, di ferro e di notevoli dimensioni!

img_6566-800x600

Questa scatola di legno, con il coperchio tutto intarsiato, l’ho acquistata in un piccolo negozio di antiques, a Occoquan, un paesino storico, alle porte di Washington. Avrei voluto acquistare tutto in quel negozio:  la proprietaria, una interior designer, lo ha arredato con sapienza e buon gusto, è uno dei negozi di antique più bello che abbia mai visto. Se vi trovate vicino Washington e siete appassionate come me, fateci un salto, ne vale la pena.

 

Rientrando a casa da Washington, tappa fissa all’ IKEA. Purtroppo o forse per fortuna, il negozio IKEA più vicino è a due ore, negli Stati Uniti non è diffusa così tanto come in Italia, quindi quando andiamo a trovare i nostri cari amici, Brian e Giuliana, porto con me la lista della spesa. Ci sono alcuni prodotti a cui sono affezionata e che, secondo me, puoi trovare solo lì. I negozi di home decor nella mia zona sono tantissimi e, devo dire la verità, tutti molto validi, ma ad esempio, le piantine finte dell’IKEA sono uniche, mi piacciono moltissimo e le trovo solo lì ed il prezzo non è niente male.

Ho preso delle cornici, sempre per il progetto “parete TV”, ho fatto la scorta di candele perchè la sera, quando in casa finalmente regna la pace e il silenzio, mi piace accendere qualche candela e creare un’atmosfera di relax, oppure le accendo quando abbiamo ospiti. I piatti e le posate di plastica dell’IKEA per bambini: le abbiamo in casa da sempre, ma ad ogni trasloco che facciamo perdiamo qualche pezzo o lo lasciamo in giro tra casa dei nonni, zii, amici. Trovo che le ciotoline siano molto comode per i cereali, per lo yogurt, per la frutta e poi i colori tutti diversi danno vita ad interessanti discussioni sulla scelta del colore, in assoluto la mia parte preferita! ( ironico ovviamente)

Adesso non mi resta che mettermi all’opera, realizzare i progetti che ho in mente perchè l’Autunno si avvicina e bisogna essere pronti con zucche, ghirlande, pumpkin pie, spaventapasseri e…more more more.

Nel prossimo articolo vi porterò con me nel mondo delle “Fall Decoration”!

10 thoughts on “Saldi di fine estate”

  1. Bellissimo articolo . Avendo fatto il Liceo Artistico mi è piaciuto tanto la scatola di legno con l’intarsio sopra , la bilancia di ferro e quella bellissima foto del 1929. Amo le cose antiche e vecchie! Annalisa ti faccio i miei migliori auguri per il blog e che possa essere seguito da tanti in quanto molto interessante. Ciao , a presto.

    1. Cara Pinarosa, grazie mille per la fiducia dimostratami!
      Quella scatola di legno intarsiata e la bilancia rossa, antica sono stati colpi di fulmine per me!
      Ho scoperto questa passione per le cose antiche quando mi sono trasferita in America due anni fa e adesso non riesco più a smettere 🙂

  2. Sei una mamma eccezionale. Leggerti ne e’ ulteriore prova. Quella bilancia rossa? Una meraviglia. Continua Annalisa! Le piccole note sugli argomenti che hai in programma creano attesa. Ti tengo d’occhio per il prossimo post 🙂

    1. Grazie Chiara, come ti ho già detto ieri le tue parole mi hanno commosso, so quanto sei in gamba, quindi il tuo giudizio così entusiasta mi inorgoglisce!

  3. Tjmax in Germania si chiama tkmax! complimenti Annalisa, sei una grande donna e mamma! Aspetto i nuovi articoli!

    1. Ciao Alessandra, grazie mille!
      Tj/tkmax è in Germaniaaaaaa? Quindi quando tornerò in Italia e mi verrà nostalgia mi basterà venire in Germania 🙂

  4. Dalla scelta delle piccole cose che arredano la casa si immagina com’è la padrona di casa che si è dedicata all’acquisto, a volte durante le visite nei posti più inpensati. L’arredamento, quasi sempre curato dalle donne, caratterizza le persone che l’abitano,in generale sone esse quasi sempre donne che non amano copiare integralmente ma prendono spunti qua e la da cose che vedono e con la loro fantasia intelligenza, personalità cercano l’oggetto particolare da collocare al posto giusto della loro abitazione.. Nella vita basta avere amore per la famiglia, per l’ambiente casalingo, essere ottimisti entusiasmarsi per tutte le azioni che intraprendiamo e i nostri piccoli sogni si realizzano .

Commenta